News

CIMITERI DI SAN GIOVANNI


CIMITERI DI SAN GIOVANNI

Situazione degradata da sistemare.

La situazione degradata del nostro cimitero è sotto gli occhi di tutti, forse non tutti sanno però cosa sta accadendo e il motivo per cui ci troviamo in questa situazione.
Facciamo un passo indietro, a cavallo tra l’amministrazione Zerman e amministrazione Vantini e quindi tra il 2011 e il 2012 è stata stipulata una convenzione di concessione di servizi mediante “finanza di progetto” alla Cogeme spa con l’obiettivo di “riqualificazione dei cimiteri comunali, struttura accessoria di San Giovani Lupatoto e frazione di Raldon”.
L’obiettivo era (usiamo il passato di proposito) quello di progettare, realizzare e gestire i servizi cimiteriali comunali. Cosa è successo in questi 5 anni e come si intende procedere? La trascuratezza, la poca sicurezza e la poca igiene dei nostri cimiteri è arrivata a un punto di non ritorno tale da meritare una risposta adeguata. Per capire cosa poter fare in tempi brevi è necessario capire però la logica che ha dettato tale scelta che vincola per trent’anni alla medesima ditta la concessione dei servizi cimiteriali, dei beni appartenenti al demanio comunale, beni strumentali e funzionali alla gestione dei medesimi servizi. Tenendo conto inoltre che tale concessione costa 15000 € annui al Comune, che da contratto ci dovrebbero essere relazioni annuali relative alle opere realmente svolte e la presenza di una figura di controllo e monitoraggio da parte del Comune, vorremmo capire il motivo per cui l’attuale amministrazione ha deciso di investire ulteriori 20.000€, incaricando un tecnico per comprendere se le promesse sono state disattese. Chi preposto dal Comune avrebbe dovuto monitorare e verificare tramite relazioni annuali, dove Cogeme ha svolto e dove no le opere concordate? Ciò aiuterebbe a comprendere se c’è inadempienza o meno. Che progettualità è prevista in merito? È stata valutata la possibilità di recedere dal contratto?
Attendiamo una risposta e una progettualità in merito al problema sollevato. Consapevoli del fatto che la situazione culturale di San Giovanni Luaptoto è cambiata notevolmente, le sepolture in terra sono diminuite e di conseguenza andrebbe rivisto totalmente il piano economico.
I lupatotoni cercano chiarezza e soluzioni.

Anna Falavigna
Martina Gambacorta
consigliere e esponenti
del Progetto Civico per
S. Giovanni Lupatoto

Il Sentiero Novembre 2017


Il Sentiero Novembre 2017

Pubblicato l’ultimo numero della rivista Il Sentiero N°11 novembre 2017. Consultalo nel lettore PDF.