Caritas

Caritas

FIRMATO PROTOCOLLO D’INTESA TRA COMUNE E PARROCCHIA PER IL

CONTRASTO ALLA POVERTA’ ED ESCLUSIONE SOCIALE

Firmato nei giorni scorsi il Protocollo di intesa tra il Comune di San Giovanni Lupatoto e Caritas di Unita’ Pastorale per la realizzazione di un sistema integrato di azioni e risorse per la “solidarietà responsabile”. A sottoscrivere l’accordo il sindaco Attilio Gastaldello e il parroco Don Mauro Bozzola, alla presenza dell’assessore al sociale Maurizio Simonato e del coparroco Don Daniele Scardella, che operativamente hanno seguito la predisposizione del Protocollo.

Il Comune e Caritas si propongono di affrontare in modo integrato e coordinato il tema della povertà e dell’esclusione sociale, condividendo percorsi per il superamento delle condizioni di vulnerabilità ed emarginazione di famiglie del territorio che versino in condizioni di disagio sociale, economico e/o abitativo. In un’ottica di lavoro di rete, anche al fine di integrare le risorse, si prevede di istituire un tavolo di lavoro composto da membri dei servizi sociali del Comune e della Caritas, che si riunirà con cadenza mensile, salvo casi urgenti, ed avrà due principali finalità: la progettazione coordinata, nel rispetto delle rispettive competenze, di interventi di prevenzione della povertà, materiale, ma anche relazionale ed educativa, sul nostro territorio; il prendersi cura di situazioni di fragilità conosciute da entrambe le parti, condividendo i singoli progetti di sostegno attivati o da attivare, garantendo le opportune sinergie ed ottimizzazione dell’utilizzo delle risorse. Il Protocollo di Intesa ha validità di tre anni, rinnovabile previa verifica delle parti, e potrà essere modificato in ragione di sopraggiunte esigenze.

Partendo da casi già seguiti congiuntamente e da esempi già attivi, come il progetto REAL con il Recupero Eccedenze Alimentari Locali, il progetto Accoglienza in Rete e la collaborazione in corso per l’Emporio della Solidarietà, il Protocollo costituisce una base collaborativa per realizzare ulteriori interventi in altri ambiti del sociale.

“La sottoscrizione di questo protocollo – sottolinea il sindaco Attilio Gastaldello – è estremamente importante e significativa. Come evidenzia ad esempio il Piano Regionale per il Contrasto alla Povertà 2018 – 2020, anche nel Veneto, seppur in maniera ridotta rispetto alla media nazionale, la crisi economica ha inciso su alcuni segmenti di popolazione particolarmente vulnerabile”.

“Questo protocollo – evidenziano i parroci Don Mauro e Don Daniele – è il frutto di un dialogo svolto nei mesi, con un percorso di comprensione reciproca che siamo sicuri genererà azioni positive a favore di coloro che si trovano in condizioni di disagio sociale ed economico. Il nostro intento, condiviso col Comune, è duplice: prevenire l’insorgere di ulteriori forme di disagio e accompagnare al recupero di autosufficienza ed autostima”.

“Ringrazio Parrocchia, Caritas e servizi sociali comunali – afferma l’assessore al sociale Maurizio Simonato – per la bella collaborazione creatasi. Il nocciolo del Protocollo è la centralità della persona e del suo nucleo familiare, riaffermando essere essi soggetti di relazioni, che si assumono responsabilità e partecipano alla vita della Comunità e quindi non come soggetti isolati”.