Contributo affitti

Contributo affitti

La Regione Veneto ha deliberato l’erogazione di un contributo al pagamento dell’affitto di Euro 400,00 a favore delle famiglie che a causa all’emergenza Covid hanno ridotto in modo importante le loro entrate nel periodo marzo – maggio 2020.
Le domande devono essere presentate nel periodo 15 giugno 2020 – 05 luglio 2020 (compresi) mediante l’applicazione messa a disposizione sul sito www.regione.veneto.it/web/casa/fondo-affitti, utilizzabile con tutti i dispositivi connessi a Internet come Smarphone, Tablet e Personal Computer.

I Servizi Sociali del nostro Comune sono a disposizione dei lupatotini per eventuali informazioni e nel caso in cui l’utente non sia in possesso di un dispositivo connesso ad Internet, previo appuntamento telefonando ai numeri 045/8290250-195 o alla mail: servizisociali@comune.sangiovannilupatoto.vr.it.
Terminata la raccolta delle domande sarà formata la graduatoria. Dopo l’approvazione di quest’ultima da parte della Giunta Regionale, il richiedente sarà informato dell’esito della domanda all’indirizzo email comunicato. Il contributo per le domande idonee e utilmente collocate in graduatoria sarà accreditato direttamente sul conto corrente indicato nella domanda.
Sono AMMESSE le famiglie, o il cui titolare, hanno i seguenti requisiti: Contratto di affitto registrato a nome di chi presenta la domanda; Residenza in Veneto; Cittadinanza UE. Per i cittadini non UE titolo di soggiorno in corso di validità. La riduzione delle entrate medie mensili pro capite, nel periodo di osservazione (marzo – maggio 2020) rispetto al periodo di riferimento (marzo – maggio 2019), pari o superiore al 50%;

Sono ESCLUSE le famiglie che superano i seguenti valori o siano nelle seguenti condizioni: Contratto di affitto stipulato con parenti o affini entro il secondo grado; Residenti in alloggio di edilizia residenziale pubblica o a canone agevolato in base alla situazione economica; Qualora la domanda sia presentata da più soggetti per lo stesso alloggio; I cui componenti siano proprietari o titolari di diritto di abitazione di altro alloggio il cui imponibile complessivo IMU è superiore a 40.000,00 euro; I cui componenti abbiano avuto, nel 2019, redditi complessivi imponibili ai fini IRPEF superiori a 50.000 Euro; I cui componenti avevano una giacenza complessiva, al 29 febbraio 2020, di conti correnti bancari o postali pari o superiore a 20.000 Euro.
“Siamo consapevoli che l’emergenza Covid – sottolinea l’assessore alle politiche sociali e della casa Maurizio Simonato – ha creato notevoli disagi presso i nostri concittadini. Per questo abbiamo varato varie misure di sostegno a chi è stato danneggiato dai provvedimenti di contrasto al virus ed anche in questo caso, daremo il nostro supporto di segreteria sociale. Inoltre stiamo studiando dei provvedimenti che possano alleviare il disagio abitativo, oltre a proseguire, con alcune modifiche, nella solidarietà alimentare”.