Il Sentiero - Gennaio 2021

INFORMA-POZZO Voce della parrocchia CALENDARIO PASTORALE - GIOVEDì 31 Dicembre 2020.: Ultimo dell’Anno. Ore 18.00: S. Messa, Adorazione del SS., canto del Te Deum e Benedizione - VENERDì 1 Gennaio 2021: Primo dell’Anno – Festa Maternità di Maria e Giornata della Pace. Ss. Messe ore 8.00 9.30 11.0 18.00 - DOMENICA 3: II Domenica dopo Natale - MERCOLEDì 6: Solennità della EPIFANIA Ore 16,30: Celebrazione, benedizione dei bambini e premiazione dei presepi - DOMENICA 10: Festa del BATTESIMO del Signore - DOMENICA 17: Domenica II del Tempo Ordinario - DOMENICA 24: Domenica III del Tempo Ordinario - DOMENICA 31: Domenica IV del Tempo Ordinario - MARTEDì 2 Febbraio: PRESENTAZIONE del Signore – Festa della Candelora Ore 7,30 e ore 20,30: S. Messa con il rito delle candele (No Messa delle 19,00) - MERCOLEDì 3: Ricorrenza di S. BIAGIO Ore 7,30 e ore 20,30: S. Messa con benedizione della gola (No Messa delle ore 19,00) - DOMENICA 7: Giornata per la VITA VITA PARROCCHIALE Dopo le festività natalizie la vita della parrocchia continua sia pure in forma limitata con i suoi appuntamenti, incontri, ricorrenze, cele- brazioni, attività…: è necessario mantenere il collegamento e fare il possibile per incentivare la partecipazione diretta in modo partico- lare per quanto riguarda la celebrazione della MESSA DOMENICA- LE. Un grazie sentito e doveroso vada a quanti si sono resi disponi- bili nelle varie iniziative che abbiamo mantenuto e proposto in oc- casione della grande festività del Natale: solo così possiamo scon- giurare il pericolo di scadere nella nostra vita di fede e magari trova- re slancio per rinnovare lo spirito e la vitalità della nostra comunità parrocchiale. Merita un richiamo particolare la significativa e ricca tradizione del PRESEPIO che anche quest’anno si ripropone nel suo tipico mes- saggio di fede e di bellezza artistica. Possiamo visitare il presepio durante il periodo natalizio e per tutto il mese di gennaio. Anche ai nostri cari “presepianti” il grazie di tutta la comunità! Sempre ci affidiamo al Signore e nella preghiera e nella nostra par- tecipazione costante e gioiosa chiediamo l’aiuto e l’intercessione della Madonna e di S. Gaetano, nostro patrono. Il Sentiero 16 RONCO: CASA S. GIUSEPPE RENDE OMAGGIO A SOFIA Ci sono state persone nella storia del nostro paese che han- no lasciato un segno indelebile nella memoria collettiva. Così è stato per la famosa ristoratrice Sofia Meneghello, scomparsa il primo gennaio 2020, una donna che con la sua unicità ha dato lu- stro a Ronco all’Adige, paese che orgogliosamente amava, con profondo rispetto per cultura e tradizioni, “ingredienti” che Sofia ha saputo sapientemente armonizzare sia nella sua vita sia nel suo regno, la cucina. Questo perché in Sofia era forte il senso di responsabilità, ossia quel sa- per portare e sopportare il peso delle cose per prendersi cura de- gli altri. Non hanno fatto ecce- zione in passato gli ex carcerati del venerabile don Giuseppe Girelli e in tempi più recenti gli ospiti di Casa San Giuseppe che in Sofia hanno sempre trovato un amorevole luogo d’incontro. Per questo Casa San Giuseppe con una bella cerimonia, alla presenza dei famigliari, del par- roco e dell’amministrazione co- munale, ha voluto intitolare la sua sala polivalente a Sofia Meneghello Biondani, iniziativa voluta dall’Associazione don Giuseppe Girelli di cui Sofia era sostenitrice. Sulla targa è riportata questa dedica: “Imprenditrice, moglie, madre, nonna straordinaria. Punto di riferimento per l’intera Comunità di Ronco all’Adige da sempre vicina agli ospiti di Casa San Giuseppe e Casa Don Girelli. Ha scritto pagine mera- vigliose di solidarietà, vicinanza, empatia verso gli ultimi tra gli ultimi. Esempio adamantino di carità cristiana verso i vivi, di pietà e misericordia verso i mor- ti, per i quali portava un antico rispetto. Non mancava mai di regalare un sorriso, una battuta, qualcosa da mangiare soprattut- to a chi non conosceva, con grande generosità. Per sempre nei nostri cuori”. Davide Vesentini, vicesinda- co: ”L’iniziativa promossa dall’Associazione don Giuseppe Girelli, è il giusto tributo a una grande donna che ha saputo fa- re della sua vita lo strumento per aiutare le persone in diffi- coltà e l’esempio di co- me essere autentici cit- tadini all’interno della propria comunità. Perché come cantava De Gregori “è la gente che fa la storia quando si tratta di scegliere e di anda- re…” e Sofia con la sua vita ha saputo cosa scegliere e dove an- dare per il bene del suo paese”. (P.C.) SANTA LUCIA A ZEVIO Piero Corsato Anche quest’anno, nonostante le forti limitazioni imposte dalla pandemia, Santa Lucia non è mancata al tradizionale appunta- mento del 13 dicembre. A porta- re i doni e tanta gioia ai bambini, e non solo, delle scuole materne comunale e parrocchiale, il ca- staldo Tarcisio Strambini con il suo asinello e S. Lucia che in questa edizione aveva il volto della nipote Katia. Una tradizione che Tarcisio porta avanti con suc- cesso da venticinque anni e che rappresenta uno degli eventi più atte- si. “Un grazie all’Avis”, nota con orgoglio e soddisfazione il castaldo. “che ci ha supportato e ci ha consentito di riproporre, anche se per ovvie ragioni in forma limitata, una tradizione molto sentita, che ci riempie tutti di gioia, e che ci auguriamo abbia portato un po’ di sere- nità in questi giorni difficili. Fissiamo a tutti l'appuntamento all’edizio- ne del 2021. Il castaldo, S. Lucia e anche l’asinello porgono l’augurio di un nuovo anno ricco di buona salute e di tante soddisfazioni”. Ed ecco, la stella che avevano visto spunta- re, li precedeva, finché giunse e si fermò so- pra il luogo dove si trovava il bambino con Maria sua madre, si prostrarono e lo adoraro- no. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra. Matteo, 2, 10 - 12 Ti adoreranno, Signore, tutti i popoli della terra. Dal Salmo 71 Dall'Alba al Tramonto, itinerario, quotidiano di meditazione e preghiera. Ufficio abbonamenti: tel. 049 8210065, fax 049 663640, posta elettronica: abbonamenti@albatramonto.it Il periodico è reperibile nella chiesa di San Giovanni Battista. VIDERO IL BAMBINO...

RkJQdWJsaXNoZXIy NTgyODY=