Il Sentiero - Gennaio 2021

Verde pubblico - No a Ca’ del Bue - Interventi economici a favore di famiglie e neonati - Ostetriche a domicilio - No a Ca’ Bianca - Casa S. Giuseppe a Ronco www.sentierosgl.info MENSILE D’INFORMAZIONE - ANNO 38 - N. 1 GENNAIO 2021 - COPIE 22.200 S. GIOVANNI LUPATOTO, ZEVIO, PALù, PALAZZINA, VALLESE, ALBARO, RONCO Voce del paese Il Sentiero #$$#$$# !" " &"%%% Il Sentiero 1 Centro revisioni Dekra Italia Aut. M.C.T.C. Via Manzoni, 90 - Campagnola di Zevio -Tel. 045 8731350 Vendita e Assistenza Nuova officina autorizzata Alfa Romeo 2020 si chiude l'anno del Covid 19 2021 si apre l'anno del Covid 19 Si avvicina il Natale di un anno martoriato da un’emergenza sanitaria e so- ciale. La lotta contro la diffusione del Covid 19 ci ha privato di gesti e abitudi- ni fino a limitare la nostra stessa libertà. La comunità lupatotina non ha fatto eccezione. Con la seconda ondata, il numero dei contagi è salito anche a San Giovanni (anche per effetto dell’au- mento delle persone sottoposte al tampone), ma fortunatamente il numero dei ricoveri è quasi sempre rimasto inferiore alle due cifre. Il Governo ha annunciato l’arrivo del vaccino e la notizia ci porta a confi- dare nella risoluzione del problema, ma è ancora presto per pensare che la battaglia sia conclusa. Domenica 20 dicembre, il sindaco Attilio Gastaldello ha reso noto che i positivi residenti erano 244, mentre il totale delle persone in isolamento fi- duciario si attestava a 502 persone, con 8 ricoverati. Grazie agli interventi del sindaco, che ha reso obbligatorio il servizio al ta- volo nei fine settimana di dicembre per la somministrazione di alimenti e be- vande, si sono ridotti i rischi di contagio che la movida crea e nuove pesanti limitazioni sono state introdotte dal Governo per il periodo natalizio. La gente, nei commenti di casa e bottega, ha apprezzato la stretta del pri- mo cittadino contro i pericolosissimi (per il Coronavirus) aperitivi, ma il pro- blema non si risolve. La trasmissione dei contagi rallenta un po' alla volta ma non flette del tutto e quindi la presenza del virus permane. “Le ancore di salvezza sono due” dichiara Gastaldello. “La prima è la re- sponsabilità personale nel tenere comportamenti rispettosi delle regole anti Covid, dalla mascherina alla pulizia delle ma- ni. La seconda è il vaccino, che nelle prossime settimane si ini- zierà a somministrare, per debellare il virus”. “Sono certo che sapremo ugualmente trovare la felicità di festeggiare il Natale e che ci appresteremo a salutare il Nuovo Anno, il 2021, con la speranza nel cuore e la forza di sconfig- gere questo virus. Più degli anni passati, però, sarà necessario tanto amore verso il nostro prossimo. Con queste parole e questo augurio, voglio rivolgermi a tutti i concittadini, perché anche il Natale 2020 trascorra sereno ed il 2021 sia l’anno della vittoria sul Coronavirus e del ritorno al valore di gesti come gli abbracci, le carezze, le strette di mano, abbando- nati nell’anno che sta per trascorrere. Voglio augurare a tutti di tornare a vedere il volto delle persone senza maschere! Il nostro giornale si unisce all'augurio del sindaco Gastaldello. Il Comune di Zevio mette in campo gli aiuti per I NEGOZI DI VICINATO 36.000 euro a fondo perduto per i piccoli negozi, oltre all’esenzione della Tosap L’amministrazione comunale di Zevio, in aggiunta ai ristori pre- visti dalle disposizioni statali, ha approvato un bando per offrire un aiuto concreto, a fondo perduto, a tutti i piccoli negozi, realtà commerciali ed esercenti del paese che con il perdurare di questa crisi sanitaria hanno subito un importante calo di fatturato. “La somma stanziata dall’amministrazione comunale ammonta a 36mila euro; è un piccolo aiuto e un grande ringraziamento a continuare la loro attività duramente colpita dai provvedimenti di limitazione degli orari o di chiusura delle attività” – spiegano il sindaco Diego Ruzza e il consigliere Gianpietro Penazzo. Il bando comunale è finalizzato a sostenere le attività produtti- ve (per massimo 500,00 euro per beneficiario) con unità operative nel Comune di Zevio che hanno subito conseguenze economiche negative per effetto delle misure restrittive adottate con Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri e con Ordinanze del Presidente della Regione Veneto, al fine di affrontare l’emergenza sanitaria “Covid-19”, mediante la concessione di un bonus una tantum a fondo perduto. Il Comune di Zevio, inoltre, ha esonerato dal pagamento della tassa occupazione spazi ed aree pubbliche per il periodo intercor- rente dal 1 gennaio 2020 al 30 aprile 2020 i titolari di concessioni o di autorizzazioni concernenti l’utilizzo del suolo pubblico, e per il periodo intercorrente dal 1 gennaio 2020 al 29 febbraio 2020 e per il periodo intercorrente dal 16 ottobre al 31 dicembre 2020 i soggetti titolari di concessioni di posteggio concernenti l’utilizzo del suolo pubblico per l’esercizio del commercio su aree pubbliche. Le esenzioni concesse determi- nano un minore introito per il Comune di Zevio, per l’anno 2020, pari a poco più di 24mila euro. “L’impegno dell’amministrazione comunale per sostenere il piccolo commercio locale si esprime in questi due atti concreti che hanno un valore di cir- ca 60mila euro, ma continua con l’invito, a tutti gli zeviani, ad acquistare nei negozi del paese e delle frazioni per sostenere questi servizi importantissimi per la nostra comunità, oggi più che mai” – confer- mano il sindaco Diego Ruzza e il consigliere Gianpietro Penazzo.

RkJQdWJsaXNoZXIy NTgyODY=